Controllare la concorrenza inizia con uno sguardo approfondito alla tua azienda

La maggior parte delle startup monitora regolarmente i propri concorrenti, ma spesso trascura di analizzare la propria azienda. Se non conosci i punti di forza e di debolezza del tuo prodotto o servizio, come puoi confrontarlo con un’altra azienda? Ecco perché dovresti iniziare l’analisi della concorrenza sempre con un audit della tua azienda. Inizia conversazioni dirette con i tuoi clienti e (con l’aiuto del loro feedback) migliora continuamente il tuo prodotto o servizio.

Ricorda sempre che un forte orientamento al miglioramento dei tuoi prodotti e flussi di lavoro è spesso molto più efficace dell’analisi eccessiva del tuo concorrente. Analizzando chiaramente la tua azienda, saprai esattamente cosa funziona e cosa non funziona. Se analizzi i tuoi concorrenti, le tue conclusioni si basano principalmente su ipotesi, spesso non supportate nemmeno da dati reali. Detto questo, è necessario condurre un audit interno prima di dare un’occhiata più da vicino alla concorrenza. Ecco tre passaggi importanti per la valutazione della tua azienda:

Passaggio 1: condurre una valutazione interna approfondita

Fare una valutazione onesta della propria azienda non è così facile. Sta affrontando i tuoi punti deboli, che non è così comodo, ma è necessario.

Quello che dovresti guardare durante l’audit, e anche discutere con i tuoi clienti, è tutto ciò che riguarda la tua offerta di prodotti / servizi. Questo include: “Cosa fai meglio nel tuo campo?” Qual è il tuo USP? Offrite una tariffa interessante? Il tuo processo di lavoro è efficace e veloce? Puoi offrire qualcosa che gli altri non possono o non offrono ancora? In che modo la tua organizzazione interna contribuisce a servire con successo clienti, rappresentanti e venditori?

Assicurati di ispezionare queste cose in modo molto approfondito e di raccogliere i risultati nel modo che mostra chiaramente i tuoi punti deboli e le opportunità di miglioramento. Il modo migliore per conoscere le tue prestazioni reali è ottenere e analizzare i commenti aspri e reali dei clienti. Il tuo più grande critico è il tuo miglior cliente.

Devi avere una pelle spessa durante quelle conversazioni con i clienti, perché non è mai bello sentire un feedback negativo. Ma senza quelle conversazioni è difficile migliorare i tuoi prodotti o servizi. Prova anche a conversare con persone che hanno rifiutato il tuo prodotto o servizio per scoprire il motivo del rifiuto.

Passaggio 2: mantenere sempre il dialogo con i clienti

Dopo la valutazione delle qualità della tua azienda, dovresti avere una buona idea di quale parte della tua azienda è in buona forma e quale parte è in ritardo. Ma il processo di revisione non è ancora in competizione. In realtà, non sarà mai completato perché sei continuamente in modalità di sviluppo.

Una buona idea potrebbe essere quella di pianificare riunioni di feedback con voi clienti. Durante queste riunioni assicurati di analizzare e osservare il tuo cliente – prova anche a leggere tra le righe. Solo perché non stai ricevendo commenti aspri non significa che i tuoi clienti siano davvero felici. Le tue parole conclusive dell’incontro dovrebbero essere come: “C’è un bisogno o una preoccupazione di cui non abbiamo ancora parlato? C’è qualcosa che potremmo migliorare andando avanti? Ascolta attentamente le risposte dei tuoi clienti, quindi: agisci!

Soprattutto dopo una nuova versione del prodotto, è necessario analizzare le conversazioni con i clienti. Se i tuoi clienti non sono convinti che stai cercando di migliorare le cose per loro, devi parlare con loro il più presto possibile. Prova a scegliere le menti dei tuoi clienti riguardo alle tue offerte inviando loro un questionario o intervistandoli direttamente. Ancora più importante: non interrompere mai la conversazione e non smettere mai di mirare a miglioramenti.

Passaggio 3: agire e rispondere rapidamente

Durante l’audit interno imparerai a conoscere molti problemi e sfide legati alla tua azienda. Prova a risolvere immediatamente quei problemi che stanno causando effetti negativi. Il tuo obiettivo principale dovrebbe essere quello di mantenere e migliorare le tue relazioni con i clienti. Dopo ogni pietra miliare del progetto o del prodotto, parla del feedback positivo e negativo con i membri del tuo team e scopri i problemi che devono essere risolti. Prova a trasformare le tue debolezze in nuove forze, una per una. Prima è meglio è. Ricorda sempre che il più grande nemico della tua azienda non è il tuo concorrente, ma sono i difetti della tua azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *