Come superare la procrastinazione per far crescere il tuo business?

La procrastinazione – l’azione di ritardare o posticipare qualcosa – può essere piuttosto dannosa per la tua startup. Tutti l’hanno già sperimentato prima, ma è difficile dire da dove viene e come fermarlo. Ma dal momento che la procrastinazione rallenta la tua produttività e ti impedisce di raggiungere i tuoi obiettivi, vale sicuramente la pena combattere. Quindi, perché stiamo procrastinando e come può essere fermato?

Mentre inizialmente i ricercatori consideravano la procrastinazione come un semplice problema di gestione del tempo, oggi gli psicologi lo considerano un problema molto più complesso e altamente individuale.

I filosofi greci hanno usato la parola akrasia per spiegare lo stato di agire contro il miglior giudizio. Sulla base di questa parola, l’autore James Clear ha descritto che ognuno ha un “Sé presente” che desidera la felicità immediata e un “Sé futuro” che richiede benefici a lungo termine. Quando arriva il momento giusto per prendere una decisione, non stai più facendo una scelta per il tuo sé futuro. Ora sei nel momento presente e la tua mente sta pensando al “Sé presente”. Il risultato sfortunato di questo può essere la procrastinazione.

Tutti trattano un po ‘diversamente la procrastinazione. Alcuni quasi mai lo sperimentano, altri lo sperimentano praticamente ogni mattina quando continuano a premere il pulsante snooze sulla loro sveglia. Quindi, come possiamo combattere la procrastinazione una volta per tutte e tornare a una buona produttività?

“Fallo” potrebbe essere la risposta più semplice, ma è più facile da dire che da fare. Se stai continuamente evitando di affrontare determinati compiti, c’è una ragione fondamentale e molto individuale per questo. Di seguito descrivo quattro fattori che potrebbero essere la radice della tua cattiva abitudine.

  1. I progressi non sono abbastanza veloci o abbastanza buoni

Pensa all’ultima volta in cui hai avviato un progetto o un’attività. Potresti esserti sentito elettrizzato ed eccitato all’inizio. Ma dopo alcuni mesi l’eccitazione ha rallentato e le cose hanno iniziato a diventare un po ‘noiose. Quando la tua mente sperimenta qualcosa di nuovo ed eccitante, rilascia dopamina. È la chimica che ti premia e ti fa andare avanti.

Ma dopo un certo periodo di tempo il tuo cervello inizia a ribellarsi. La procrastinazione accade quando il tuo cervello pensa che “non sarò ricompensato per il mio duro lavoro”. Il tuo “Sé presente” e la sua richiesta di felicità immediata rendono ancora più difficile avanzare in questo compito.

Puoi provare a superare questo dilemma della dopamina celebrando anche le piccole vittorie durante la tua giornata lavorativa. Nel migliore dei casi, ogni singolo compito dovrebbe essere accompagnato da un semplice trigger che ti dà la sensazione di avere qualcosa realizzato. Quando completi le tue attività quotidiane, fai spazio a piccole ricompense, come ascoltare la tua canzone preferita, uscire per un caffè o guardare qualcosa di divertente. Piccoli successi premiano la tua mente alla ricerca di novità e ti avvicinano al traguardo.

2.Non sai da dove cominciare

È abbastanza normale se ti senti sopraffatto a volte, soprattutto durante la creazione di una startup. Con liste di cose da fare apparentemente infinite, può essere piuttosto difficile decidere da dove iniziare. Sfortunatamente, questo porta spesso le persone a procrastinare in modo subdolo: catturano prima cose meno importanti come, invece di concentrarsi su compiti piuttosto urgenti e importanti.

I fondatori sono particolarmente inclini a sperimentare questa situazione, dal momento che spesso non sembra esserci un chiaro cammino da percorrere. Un sentimento di incertezza è abbastanza comune tra molti imprenditori, specialmente quando hai appena iniziato.

Ma devi chiarire la tua mente e questo sulle tue priorità. Questo può essere fatto facendo brainstorming o parlando con i tuoi amici, tutor o consulenti. Nel migliore dei casi, chiedi aiuto a persone che non si perdono nelle erbacce delle tue operazioni quotidiane. Oltre alla consulenza esterna, la creazione di sistemi, programmi e procedure chiare può anche aiutarti a fermare la procrastinazione.

3.Hai paura di prendere decisioni sbagliate

I consulenti di avvio adorano ripetere il mantra “fallisci velocemente, fallisci spesso”. Sotto l’audacia, tuttavia, la maggior parte delle persone vive nella paura di prendere decisioni sbagliate. Alcuni temono il fallimento così diligentemente da tagliare gli angoli. Invece di lanciare una versione beta, altri potrebbero essere in ritardo per la data di rilascio, perdere le scadenze o ossessionarsi su piccoli dettagli. La paura può paralizzarti e impedirti di andare avanti.

I procrastinatori basati sulla paura potrebbero anche essere descritti come “evitatori” – persone che si preoccupano profondamente delle opinioni degli altri. Questo si spinge fino a che preferirebbero che gli altri pensino di non avere uno sforzo che un’abilità. Sebbene sia bello puntare a standard elevati, tieni sempre presente che nessuno è perfetto, e soprattutto nel mondo delle startup è spesso meglio lanciare qualcosa troppo presto che troppo tardi.

4.Semplicemente non ti piace l’attività

Ci sono compiti che sono noiosi da morire. Ma molte di quelle attività scarse e burocratiche sono necessarie quando si costruisce un’azienda. Quando ci sono così tante parti mobili da affrontare, chi vuole trascorrere del tempo per fatturare o problemi fiscali? Questo potrebbe essere il tipo più comune di procrastinazione. Le persone semplicemente non hanno voglia di affrontare compiti poco interessanti e noiosi da morire.

Per evitare la procrastinazione di questo tipo, non aspettare fulmini motivazionali, ma prova ad applicare la tecnica chiamata “if-then planning”. Annotare innanzitutto i passaggi necessari per completare un’attività. Quindi, come secondo passo, decidi quando e come completare tali compiti. Ad esempio, annoti “se sono le 10.30, chiuderò il mio account e-mail e finirò le attività di contabilità urgenti fino alle 13:00”. Questa procedura non ha bisogno di molta forza di volontà e questo è obbligatorio, perché una mancanza di forza di volontà può portarti a non iniziare affatto.

Conclusione: ognuno ha ragioni diverse per procrastinare, perché tutti noi abbiamo motivazioni, obiettivi e personalità diversi. Una volta scoperto il problema principale che ti sta trattenendo, diventa più facile risolvere la tua situazione. È importante prendere coscienza delle proprie motivazioni, obiettivi e priorità. Non solo perché questo ti aiuterà a smettere di procrastinare, ma anche perché ti aiuterà con molte altre sfide durante il tuo viaggio imprenditoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *